Mistelbach (A) 2014

L’impianto è stato realizzato per trattare 70 ton/h di inerte alluvionale, già selezionato a secco, avente dimensioni 0 – 32 mm.
Tramite la sfangatrice a palette viene sciolta l’argilla contenuta nel materiale naturale, che viene poi risciacquato sul vaglio vibrante in modo da produrre i classici tre prodotti finiti per calcestruzzo:

  • 4 – 8 mm
  • 8 – 16 mm
  • 16 – 32 mm

L’acqua e la sabbia passanti al piano inferiore del vaglio vengono inviate in una scolatrice a tazze per il recupero dello 0 – 4 mm pulito e lo scarto dei limi ed eventuali corpi flottanti (pezzi di legno) tramite lo sfioro posteriore.